Mercoledì, 22 Ottobre 2014 11:24

UCINA ferma sul nascere un’altra tassa indiretta sul diporto

Una vera e propria tassa sulle unità da diporto, che prevedeva un contributo di 200 euro annui pro capite per chi esercita l'attività di pesca sportiva da bordo di uno scafo a motore.

E’ quella che è stata proposta in Senato nell’ambito della legge di “Semplificazione, razionalizzazione e competitività agricole del settore agricolo, agroalimentare e della pesca”.

Il presidente della Commissione Ambiente del Senato - Marinello (NCD) - ha presentato un emendamento che prevedeva un contributo di 200 euro annui pro capite per chi esercita l'attività di pesca sportiva a bordo di un’unità a motore.

Grazie alla pronta attività di UCINA Confindustria Nautica, che ha sensibilizzato il firmatario e le istituzioni coinvolte sugli impatti per la filiera del diporto e della pesca sportiva, l’emendamento è stato infine ritirato.

Contact:

UCINA Area Promozione e Comunicazione
Antonio Vettese
Tel +39 335 7366723
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Chiara Castellari
Tel +39 010 5769812
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


UCINA Rapporti Istituzionali
Roberto Neglia
Tel 06 89360224
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.