Venerdì, 18 Gennaio 2013 17:29

Adottato dal CESE il parere consultivo sul tema “Industrie nautiche

Il CESE – Comitato Economico e Sociale Europeo, nella sessione plenaria del 13 febbraio 2013, ha adottato con 70 voti favorevoli e 2 astensioni il parere “Industrie nautiche: una trasformazione accelerata dalla crisi”, preparato dalla Commissione Consultiva sulle Trasformazioni Industriali (CCMI).

Il parere, redatto dal rapporteur Edgardo Maria Iozia e dal co-rapporteur Patrizio Pesci, con la collaborazione degli Esperti Stefano Pagani (UCINA) e Mirna Cieniewicz (European Boating Industry), analizza lo stato attuale dell’industria nautica europea e il relativo impatto della crisi economica.

Raccogliendo anche gli input dei partecipanti all’hearing tenutosi durante il 52° Salone Internazionale di Genova, l’opinione si indirizza in primis alla Commissione Europea e alle altre Istituzioni dell’UE, come il Parlamento e il Consiglio. La prospettiva è di evidenziare le sfide che l’industria nautica europea sta oggi affrontando, chiedendo nel contempo alla Commissione di considerare nuove misure attuative. Fra le istanze si annoverano:

‐Riconoscimento delle qualificazioni professionali che favorisca la mobilità del lavoro;

‐Adozione di regolamenti di sicurezza uniformi, in particolare nel Mediterraneo;

‐Negoziazione con Paesi terzi, in particolare USA, Cina e Brasile, di nuove regole di reciprocità per l’export dei prodotti;

‐Armonizzazione dei trattamenti fiscali in materia di turismo nautico, in particolare per quanto riguarda le aliquote IVA sui servizi nautici;

‐Rimozione delle barriere amministrative e fiscali a livello nazionale o locale.

Il documento può essere scaricato dal seguente indirizzo:
http://www.eesc.europa.eu/?i=portal.en.ccmi-opinions.24258

oppure

Files:
CESE - parere Consultivo

Adottato dal CESE il parere consultivo sul tema “Industrie nautiche: una trasformazione accelerata dalla crisi”